Ripartenza settore spettacolo

Spettacolo: reddito di continuità in arrivo

E’ finalmente in arrivo un disegno di legge per il sostegno economico al reddito che andrà a tutelare gli operatori dello spettacolo.

Questo è a grandi linee quanto prevede: un “sostegno economico temporaneo” per supplire alla natura discontinua del lavoro nel mondo dello spettacolo; l’adeguamento (e ampliamento) delle tutele in caso di maternità o malattia; l’innalzamento della retribuzione giornaliera; una riduzione del numero di giornate necessarie per maturare il diritto alla pensione ora fissato in 120; un “bonus contributivo” per mettere in pari, dal punto di vista della maturazione della pensione, i lavoratori dello spettacolo per gli anni 2020 e 2021.

In questo quadro prende forma  l’idea di un reddito di continuità, che possa supportare il carattere discontinuo del settore, contrastando l’abbandono e permettendo altresì la possibilità di formazione permanente, tipica dei settori creativi.

Il reddito di continuità dovrebbe partire dal 01/01/2022 e l’idea sembrerebbe quella di rapportarlo a un numero di giornate equivalenti a quelle accreditate al Fpls nei dodici mesi precedenti la richiesta dell’indennità, per un massimo di 312 giornate.

Altri dettagli nell’articolo qui riportato:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn