Novità fisco

Autonomi esercenti attività musicali: +0,46% di contributo maternità

Il nuovo welfare dello spettacolo dello scorso luglio contiene diverse novità a favore dei lavoratori dello spettacolo, tra queste sono previste, soprattutto per gli autonomi,  nuove tutele in termini di malattia, maternità, INAIL e ALAS.

Ciò corrisponde ovviamente a nuovi adempimenti contributivi a cui gli stessi dovranno attenersi; in questo articolo parleremo in particolare di quelli a carico degli autonomi esercenti attività musicali, chiamata “categoria 500” per il codice qualifica che appartiene loro.

Questi lavoratori, vista la peculiarità della loro attività hanno la possibilità di versarsi autonomamente i contributi in funzione alle agibilità emesse.

Andando con ordine occorre dire che la circolare INPS n.132 del 10/09/2021 relativa alle nuove aliquote sui contributi di malattia li esclude da questo adempimento, la stessa recita infatti:

Nell’ambito delle categorie di lavoratori iscritti al Fondo in argomento, risultano esclusi
dall’obbligo assicurativo per la malattia e conseguentemente dalla tutela previdenziale:
– i “lavoratori autonomi esercenti attività musicali”, per i quali il legislatore, in considerazione
della natura imprenditoriale dell’attività svolta, ha ritenuto di non riconoscere l’assicurazione in
oggetto (cfr. il paragrafo 1.1 della circolare n. 124/2017);

I musicisti che si auto versano i contibuti sono ricompresi invece per quanto riguarda la nuova tutela di  maternità/paternità; anche per questa categoria infatti, quella degli autonomi esercenti attività musicali, è prevista la maggiorazione dell’aliquota INPS  dello 0,46% fino a un massimale di € 100 per ogni giornata contributiva, a partire da giugno 2021.

Ciò significa che i musicisti che si auto versano i contributi dovranno maggiorare l’aliquota INPS-EX ENPALS pari al 33% di questo 0,46% per contributi maternità/paternità.

La circolare INPS N.550 del 03/02/22 che alleghiamo, fornisce le istruzioni per inserire questo importo nell’Uniemens a partire dal mese di gennaio 2022 e per poter dichiarare e versare gli importi dovuti sul pregresso, a partire da giugno 2021 fino a dicembre 2021.

Si attendono invece le circolari indicanti l‘iscrizione all’ INAIL degli autonomi (la circolare INPS n.6 del 20/01/2022 fornisce le indicazioni per il solo personale orchestrale delle fondazioni lirico sinfoniche) e quelle sul nuovo contributo ALAS del 2% (la nuova cassa di disoccupazione per i lavoratori autonomi dello spettacolo); per la quale è uscita la circolare che spiega come farne domanda (circolare INPS N.8 del 14/01/2022)  ma non quella riportante le istruzioni operative per il versamento e la denuncia.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn