Bonus INPS

In arrivo il Bonus Spettacolo di € 1600!

Ieri 25 maggio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo Decreto Sostegni Bis.

Oltre alle misure inerenti il nuovo Welfare Spettacolo, per cui vi rimandiamo all’articolo precedente, sono previsti nuovi sussidi a favore della categoria degli operatori dello Spettacolo, nel dettaglio verrà erogato in automatico un bonus di € 1600 a coloro che abbiano già percepito i precedenti. (e ne mantengano le condizioni).

Coloro invece che presentino domanda per la prima volta dovranno effettuarla entro il 31/07/21; si attende la circolare Inps con le istruzioni per la richiesta.

I Nuovi beneficiari dovranno attenersi ai seguenti requisiti:

📌 iscrizione al Fondo pensioni dello spettacolo con almeno 30 contributi giornalieri versati dal 1° gennaio 2019 al 25 maggio 2021, da cui derivi un reddito nel 2019 non superiore a 75.000 euro .Il richiedente non deve essere titolare di pensione, né di contratto di lavoro subordinato indeterminato ad eccezione di quello intermittente senza corresponsione dell’indennità di disponibilità.

📌 iscrizione al Fondo pensioni dello spettacolo con almeno 7 contributi giornalieri versati dal 1° gennaio 2019 al 25 maggio 2021 da cui derivi un reddito nel 2019 inferiore a 35.000 euro, il richiedente non deve essere titolare di pensione, né di contratto di lavoro subordinato indeterminato ad eccezione di quello intermittente senza corresponsione dell’indennità di disponibilità.

Ai fini dell’accesso potranno fare questa richiesta, fermi i requisiti di cui sopra, coloro che abbiano un contratto attualmente attivo (ad eccezione di quello indeterminato non intermittente) e coloro che siano al momento disoccupati.

Il bonus spettacolo inoltre è compatibile con la Naspi.

A coloro che avessero richiesto precedentemente il Rem e/o intendano rinnovarlo, ( visto che il decreto lo ha prorogato per altre 4 mensilità) essendo lo stesso non compatibile con il bonus, consiglio di rivolgersi al Caf / Patronato attraverso il quale ne abbiano fatto richiesta, ai fini di valutare la soluzione migliore; lo stesso suggerimento va a coloro che abbiano richiesto il reddito di cittadinanza.

Il Decreto Sostegni Bis prevede inoltre un ulteriore contributo a fondo perduto per le imprese e partite IVA, per cui il mio suggerimento per coloro che abbiano tali requisiti è quello di consultarsi con proprio commercialista, anche se da una prima interpretazione del decreto sembra compatibile con il bonus spettacolo.  

Ricordo che i bonus non sono cumulabili tra di loro, lo sono invece con l’assegno di invalidità e non concorrono alla formazione del reddito.

Ricordo ai soci di Puntomusic Società Cooperativa di interfacciarsi con il nostro Ufficio nel caso sia necessario un confronto o un’assistenza in merito ai requisiti e alle modalità di richiesta dei bonus, e che sono aperti dei gruppi whatsapp per facilitare il supporto.

Nella Gazzetta Ufficiale che allego (da pag. 59) troverete importanti novità per il settore spettacolo, un nuovo Welfare che confidiamo sia solo l’inizio di ulteriori riforme, visti i disegni di legge depositati in Parlamento, nello specifico si rimanda al precedente articolo che riportiamo qui di seguito.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn